• A.T.S. +39 0461 858134
  • ISTITUTO +39 0461 857003
  • info@istitutodecarneri.it

Federico Bombarda, oggi studente Servizio Sociale dipartimento di Sociologia, presso l'Università degli studi di Trento

03 Aprile 2017

Ho frequentato l’Istituto Tecnico per il Turismo “Ivo de Carneri” dalla classe terza fino al diploma, facendo il mio ingresso nella scuola dopo due anni difficili presso un liceo della città e con il morale molto basso. 

Devo ammettere di aver avuto la fortuna di trovare subito un ambiente accogliente e coinvolgente, all’interno del quale i professori si sono sempre dimostrati disponibili e competenti in presenza di un quesito o una situazione particolare, allo stesso modo i compagni di classe hanno giocato un importante ruolo dal punto di vista di un mio facile e rapido inserimento nel gruppo. Essendo un istituto dai numeri non particolarmente elevati, in poco tempo ho fatto la conoscenza di molti ragazzi e ragazze di altre classi ed indirizzi di studio, creando con alcuni un’importante sintonia che permane ancora oggi.

Nel corso dei tre anni trascorsi a Civezzano, ho avuto la possibilità di mettermi in gioco, scoprire e mettere in pratica una serie di conoscenze e competenze che ancora oggi, a distanza di 4 anni dagli esami di maturità, mi tornano utili e sono applicabili e concretizzabili in diversi ambiti e contesti della mia quotidianità.

A livello didattico, una parte della mia formazione personale che considero migliorata nei tre anni trascorsi a Civezzano riguarda le lingue straniere, nel mio caso inglese, tedesco e francese. Parallelamente, posso affermare di avere ricevuto un insegnamento completo rispetto alle materie di indirizzo (tecnica turistica, trasporti, economia aziendale ecc.) attraverso cui ho potuto affrontare i tirocini del quarto e quinto anno scolastico con maggiore sicurezza, dinamicità e consapevolezza dei propri mezzi.

Una parte sicuramente positiva del mio percorso scolastico in termini di esperienza maturata sul campo e autonomia personale è rappresentata dal tirocinio a Monaco di Baviera svoltosinel mese di Gennaio, nel corso del quale oltre a migliorare notevolmente il mio tedesco, ho potuto sperimentare diversi aspetti della professione di agente turistico in una grande città, in termini di progettualità, conoscenza del territorio, lavoro di equipe, contatto e rapporto con la clientela.

Diversamente da altri indirizzi scolastici, se frequenti il corso turistico devi essere consapevole che la tanto attesa gita scolastica viene interpretata ed affrontata attraverso modalità differenti. Viene richiesta un’importante e approfondita conoscenza storica, geo-politica e sociale del territorio che si visita, concretizzando ciò con presentazioni (anche in lingua straniera) di diverse parti della città in cui si tiene la gita scolastica e relazioni scritte una volta fatto ritorno a scuola.

Nel corso dell’anno scolastico vengono inoltre organizzate uscite e visite guidate presso strutture ricettive, fiere, eventi, infrastrutture ed in specifiche zone del territorio trentino per fornire una conoscenza completa assimilabile direttamente sul campo dei diversi ambiti che compongono il settore del turismo.

Per concludere, posso affermare di avere trascorso tre anni molto positivi in cui ho imparato molto e conosciuto persone che hanno giocato un ruolo importante del mio percorso di crescita e di formazione.

Federico Bombarda ex studente