• A.T.S. +39 0461 858134
  • ISTITUTO +39 0461 857003
  • info@istitutodecarneri.it

Progetto accoglienza I^ BIO "I veri tesori della miniera"

27 Ottobre 2014

Tutto è iniziato una bella giornata di settembre, giovedì 25, quando assieme alla mia classe abbiamo fatto la prima gita scolastica al Parco Minerario di Calceranica.

E’ stato fantastico. Le zone di provenienza di noi ragazzi erano diverse quindi è stato scelto, come punto d’incontro, la stazione di Calceranica. Assieme alla Professoressa di matematica e di italiano ci siamo diretti al luogo prestabilito con grande stupore di noi ragazzi che non sapevamo che esistesse una miniera proprio vicino alla nostra scuola. Appena arrivati abbiamo trovato una guida molto simpatica che ci ha accompagnato a visitare non solo la miniera ma anche il percorso che i minatori facevano per raggiungere il luogo di lavoro. Tutti ansiosi all’idea di entrare in una caverna buia scavata nella roccia abbiamo dovuto frenare gli entusiasmi e cominciare una lunga passeggiata lungo la strada dei minatori. Un tragitto interessante dove la guida ha spiegato come la montagna veniva scavata alla ricerca della pirite, un minerale molto comune sfruttato in passato a livello industriale. Fin dal Medioevo, dopo oltre quarant’anni dalla chiusura, la miniera di pirite di Calceranica oggi è un parco aperto e visitabile: ha rappresentato una risorsa economica di grande importanza per la comunità nel Novecento, fino al 1964, e oggi è tornata ad assumere un ruolo di interesse. Camminando sulla costa della montagna durante i momenti di silenzio noi ragazzi abbiamo approfittato per conoscerci un po’ meglio, questo in fondo era uno degli obiettivi della gita.

Finalmente dopo alcune ore trascorse all’aperto era giunto il momento tanto atteso di entrare in miniera. Ed ecco l’emozione, l’eccitazione salire di nuovo. A dire la verità era una sensazione molto strana, un misto di paura, di agitazione e allo stesso tempo di curiosità per la dura vita dei minatori. Quando siamo entrati in miniera queste sensazioni si sono placate e hanno lasciato il posto ad una piccola delusione. L’allestimento della galleria è caratterizzato dalla presenza di attrezzature e materiali della civiltà mineraria, che costituiscono un percorso tematico articolato e moderno. Però noi ci aspettavamo un viaggio molto più lungo che per questioni di sicurezza e di mal tempo è stato abbreviato. Interessante anche il punto espositivo-museale con cui si è conclusa la nostra escursione al Parco minerario di Calceranica.

In realtà la gita era solo all’inizio, ora potevamo parlare di quello che volevamo e stare tutti assieme. Le professoresse ci hanno portato in riva al lago di Caldonazzo per consumare il pranzo al sacco approfittando anche della bella giornata. E’ stato molto bello vedere l’unione e la partecipazione di tutti, confrontarci e dire quello che pensavamo. E’ iniziato così un simpatico scambio di battute che hanno completato una splendida giornata e anche le nostre professoresse sono state molto attente e sensibili nel lasciarci lo spazio di cui avevamo bisogno per far si che ci conoscessimo. La giornata si è conclusa nella malinconia della stazione per raggiungere casa. Durante il ritorno, stanca ma contenta, ho pensato di aver legato con compagni che fino a quel momento non avevo avuto l’opportunità di conoscere ancora.

Mariapia De Simone I^Bio