• A.T.S. +39 0461 858134
  • ISTITUTO +39 0461 857003
  • info@istitutodecarneri.it

Oggi conosciamo Marta, ex studentessa indirizzo di Biotecnologie Sanitarie.

26 Giugno 2017

Mi chiamo Marta, ho 20 anni e vengo da Borgo Valsugana.

Dopo aver conseguito la maturità presso l’istituto tecnico per le biotecnologie sanitarie mi sono iscritta alla libera facoltà di Biotecnologie di Novara.

Durante il quinquennio all’Ivo de Carneri ho avuto la possibilità di intraprendere degli stage che mi hanno dato l’opportunità di crescere sia a livello scolastico sia a livello personale.

Durante il quarto anno ho trascorso un mese presso la casearia Monti Trentini di Grigno Valsugana mentre il quinto anno ho intrapreso un’esperienza diversa nella farmacia Santa Lucia di Roncegno.

Devo molto a queste opportunità che mi sono state offerte in quanto ho potuto mettere in pratica ciò che a livello teorico avevo imparato sui banchi di scuola e cimentarmi in quello che è il mondo del lavoro, opportunità che non tutti i miei coetanei hanno potuto avere.

La scelta dell’università è stata molto difficile in quanto il mio grande sogno era entrare alla facoltà di medicina, data la difficoltà dei test d’ingresso ho deciso di continuare i miei studi presso l’università Amedeo Avogradro del Piemonte orientale.

Durante quest’anno ho capito al meglio la validità di quello che mi è stato insegnato alle superiori in quanto la maggior parte degli argomenti trattati durante il mio percorso universitario sono già di mia conoscenza, per questo non posso che ringraziare i miei professori.

Sono molto soddisfatta della mia scelta in quanto giorno dopo giorno ho capito l’importanza delle biotecnologie e della chimica sia nel campo medico sia nel campo agrario.

Essendo una città lontana da casa, oltre al percorso universitario, ho potuto affrontare anche le piccole difficoltà della vita di tutti i giorni.

L’insegnamento più importante che ho ricevuto, forse il più importante, è quello di non arrendersi davanti alle difficoltà e di continuare la strada verso i nostri obiettivi. A fronte di questo posso confermare che dopo quest’anno mi sento finalmente pronta di intraprendere la difficile strada di medicina.

Consiglio a tutti questo percorso, sia per gli studenti che non sono ancora del tutto convinti del loro futuro sia per quelli che vogliono intraprendere la via delle biotecnologie!